La paura della scienza nel 2017

“Dobbiamo interrogarci per capire da dove derivi tutto questo timore per la scienza”, queste le parole del ministro della Salute Lorenzin sulla vicenda di Francesco, il bambino di sette anni morto sabato scorso a causa di un otite bilaterale curata con farmaci omeopatici.

Sono parole forti e anche paradossali se si pensa al progresso tecnico-scientifico della società in cui viviamo. Eppure nel nostro paese quasi 3 persone su 10 si affidano all’omeopatia per la cura dei propri figli.

L ‘omeopatia, disciplina nata agli inizi dell’800, si basa sulla somministrazione al malato di una piccola dose della sostanza che è alla base del sintomo della malattia; può essere utilizzata come medicina di supporto a quella tradizionale o come cura totalmente alternativa.

1495900606067.jpg--bimbo_muore_per_otite__genitori_donano_gli_organi.jpg

Ed è in quest’ultima accezione che è stata utilizzata dai genitori di Francesco. Il bambino era malato già da 15 giorni quando, martedì  scorso, a causa dell’aggravarsi della malattia, è stato ricoverato all’ospedale di Urbino. Il giorno successivo le sue condizioni sono peggiorate ed è stato portato d’urgenza al Salesi di Ancona; lì i medici hanno tentato di curarlo, ma senza ottenere risultati. L’infezione era già arrivata al cervello del bambino, la cui morte celebrale è avvenuta sabato alle 12:50. In seguito, grazie all’assennata decisione dei genitori, è stato possibile donare gli organi di Francesco, salvando, così, tre bambini e forse questa si potrebbe  considerare l’unica parte positiva della vicenda.

Potrebbero essere molte le motivazioni che hanno indotto i genitori di Francesco, due commercianti di Cagli, piccola città in provincia di Pesaro-Urbino, a rivolgersi a Massimiliano Mecozzi, 55 anni, medico a favore della medicina omeopatica, su cui attualmente è in corso un’inchiesta dell’ Ordine dei medici, oltre ad aver ricevuto l’avviso di garanzia per omicidio colposo. Per prima cosa, la motivazione potrebbe essere stata un’eccessiva apprensione o voglia di tutelare il proprio figlio fin da subito dai cosiddetti effetti collaterali delle medicine tradizionali; infatti il bambino era in cura da tre anni da Mecozzi e non aveva mai assunto antibiotici o fatto il richiamo delle vaccinazioni. I due commercianti avrebbero così seguito alla lettera le parole di Mecozzi che, dall’alto della sua autorità, li avrebbe esortati all’uso delle medicine omeopatiche sostenendo che i farmaci tradizionali avrebbero potuto causare sordità o essere tossici per il fegato del  bambino.

download.jpg

Inoltre, non risulta difficile comprendere che alla base di tale scelta ci sia stata la voglia di andare contro la lobby delle case farmaceutiche che tendono a far prescrivere antibiotici, che, però, come afferma la Lorenzin avrebbero potuto salvare Francesco, solo per meri interessi economici. Tuttavia, un pensiero di questo genere non dovrebbe affatto sorprendere se si considera il recente aumento della propensione delle persone a vedere complotti ovunque; per quanto questo possa lievemente apparire anacronistico nel 2017.

E infine, come dimenticarsi di una delle conseguenze derivanti in parte da questo progresso sfrenato e in parte dalla globalizzazione: la volontà delle persone di tornare ad una società pre-scientifica, quasi pre-moderna. Peccato però, che in questa sfortunata circostanza non si tratti di scegliere di tornare a vivere in simbiosi con la natura, ma si ha tra le mani la vita di una persona e la situazione si aggrava ulteriormente sapendo che quella persona è il proprio figlio di sette anni.

Alessia Rossitto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...