Nuovi motori, nuove regole, velocità e adrenalina

Comincia a Melbourne il mondiale di Formula 1

Sono passati appena quattro mesi da quando, lo scorso 27 novembre, Nico Rosberg si laureava campione del mondo di Formula 1. Quattro mesi che per gli appassionati di motori sono sembrati un’eternità. Ma ormai ci siamo, manca davvero pochissimo al primo via della nuova stagione che inizierà il 26 marzo a Melbourne con il GP d’Australia. Se fino ad ora i test lasciano intuire una stagione più equilibrata rispetto all’anno passato, sarà solo al termine del primo impegno ufficiale che si potranno iniziare a tirare realmente le somme sul lavoro compiuto durante la pausa invernale dai vari team. Auto più massicce, un maggior carico aereodinamico e ruote più grandi del 25%  e meno soggette al degrado rispetto all’ultima stagione assicureranno una maggiore velocità in curva pur mantenendo quasi inalterata, grazie al potenziamento dei motori, quella sul rettilineo. Un aumento della velocità che porterà ad una maggiore fatica per i piloti, soprattutto nei finali di gara. Nuovo design per le monoposto caratterizzato dalla presenza della pinna dorsale non più espressamente vietata.

17201012_774475692709415_7793838463733187884_n

La scuderia da inseguire sembra ancora essere la Mercedes ben decisa a mantenere il proprio ruolo di prima della classe grazie alle nuove frecce d’argento messe a disposizione di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, il volto nuovo in casa Mercedes, chiamato a non far rimpiangere Nico Rosberg e dimostrare di essere stato la scelta giusta nonostante lo scetticismo con cui è stato accolto.

Non si espongono (e fanno bene visti i risultati dell’anno scorso) in casa Ferrari ma preferiscono far parlare i risultati: nei test di Barcellona la nuova SF70H ha dimostrato di essere veloce e affidabile. La speranza di Marchionne e del team di Maranello e quella di riuscire a lasciarsi alle spalle le delusioni delle ultime stagioni, puntando anche sulla volontà di rivalsa di due campioni come Raikkonen e Sebastian Vettel. Senza dimenticare in rampa di lancio Antonio Giovinazzi.

La Red Bull si ripropone con alla guida delle proprie monoposto il duo affidabile composto dal costante Daniel Riciardo e dall’esuberate Max Verstappen. Ancora una volta i test di pre-campionato non sono stati degni delle aspettative ma sarà il campo a dirci se, come in passato, la nuova RB13 (soprannominata l’aspirapolvere per via del muso) riuscirà a tenere il passo delle frecce d’argento.

Volersi confermare è anche l’obbiettivo della Force India, dopo la bella stagione appena conclusa con un occhio al futuro. Un pilota esperto ma come Sergio Perez affiancato dalla giovane promessa Esteban Ocon con il compito di tenere dietro le altre sfidanti.

La Williams punta a risalire la china dopo essere stata per lungo tempo la terza forza del mondiale. Certo l’impresa appare ardua specialmente vedendo la coppia cui sono state affidate le due monoposto britanniche: Felipe Massa, pensionato alla fine della passata stagione e richiamato dopo la defezione di Bottas, e l’esordiente Lance Stroll appena dicottenne.

McLaren-MCL32

Tenta di tornare tra le grandi anche la McLaren pur essendo già incappata in numerosi problemi tecnici che hanno coinvolto la power-unit Honda nei test. Alonso e il giovane Vandoorne incrociano le dita.

Grande ottimismo in casa Renalut, con obbiettivo dichiarato per il quinto posto, e per larenault-rs17-filming-day Toro Rosso la quale ha rotto la collaborazione con la Ferrari decidendo di affidarsi ad un motore della stessa casa francese.

Motore Ferrari verrà invece montato ancora dall’americana Haas, partita bene lo scorso anno ma incapace di garantire una crescita costante.

Fanalino di coda l’elvetica Sauber, in grandi difficoltà economiche, ha scelto di affidarsi alla power-unit Ferrari montata lo scorso anno e ciò non ispira molta fiducia.

Quando alle 7:00 ora italiana si spegneranno le luci del semaforo il rombo dei motori segnalerà l’inizio della nuova stagione di Formula 1.

Roberto Rendina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...