God save the Queen

Il Regno Unito celebra i 65 anni di regno di Elisabetta II, regina più longeva di sempre

Il 6 febbraio 2017 il Regno Unito è ufficialmente entrato, per la prima volta nella storia, nell’anno del giubileo di zaffiro. Una ricorrenza particolare dedicata ai 65 anni di regno della regina Elisabetta II che infrange così l’ennesimo record dalla sua ascesa al trono nel lontano 1952. Ha superato i 63 anni di regno della sua bisnonna, la regina Vittoria; con i suoi 91 anni risulta la sovrana più longeva del pianeta, dopo la morte di re Rama IX di Thailandia. Non si è tenuta alcuna cerimonia ufficiale dell’evento tanto che Sua Maestà, ha preferito rimanere nella sua residenza a Sandringham, nel Norfolk.

Regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri Reami del Commonwealth, Elisabetta II è succeduta al padre, re Giorgio VI, il 6 febbraio 1952. Da allora a visto succedersi nel corso della sua lunga reggenza, tredici primi ministri, altrettanti presidenti degli Stati Uniti e ben sette papi.

queen-coronation_reference

Sovrana estremamente dinamica, durante il suo regno ha compiuto visite ufficiali in tutto il mondo, superando in questo caso papa Giovanni Paolo II, sempre assieme al principe consorte, Filippo di Edimburgo, riducendone il numero solo negli ultimi anni, vista soprattutto l’avanzata età. Con l’avanzare dell’età ha dovuto diminuire il numero dei suoi viaggi all’estero e di impegni pubblici, affidandone sempre di più ai figli o altri membri della famiglia reale. A tal proposito è curioso il fatto che la regina non sia in possesso né di passaporto né di patente di guida. Infatti essendo tali documenti rilasciati in nome di Sua Maestà, secondo il governo britannico non ha bisogno di averne. Stessa cosa non può dirsi degli altri membri della casa reale.

Il suo ruolo politico, essenziale sia per il potere legislativo che per quello esecutivo (si parla infatti di governi di Sua Maestà), non risulta assolutamente essere come una mera formalità. Sua Maestà ha infatti dedicato grande attenzione agli affari di Stato intervenendo direttamente in alcune circostanze. Oltre alle consuete riunioni tenute con il premier o i vari membri del gabinetto, pare che la regina dedichi diverse ore al giorno alla lettura di documenti in modo da rimanere sempre informata sull’andamento politico. “Sua Maestà mostra di avere una visione formidabile delle tematiche più urgenti e una grande esperienza” scrisse Margaret Thatcher nelle sue memorie: “Chiunque pensi che siano una mera formalità, o limitati ad amenità sociali, si sbaglia; sono molto simili a riunioni di lavoro”.

Capo di Stato molto rispettata a livello internazionale, e sovrana amata dai propri sudditi, Elisabetta II ha sempre mantenuto un comportamento conservatore in materia di religione, moralità e affari di famiglia. Poco incline a manifestare apertamente le proprie vedute politiche, salvo quando si tira in ballo l’unità del Regno, ha mantenuto rapporti cordiali con tutti gli schieramenti politici pur non senza manifestare talvolta astio nei confronti di alcuni capi di gabinetto. In tal senso celebre è la fu il pensiero espresso sulla Iron Lady, Margaret Thatcher, che la regina affermò di “detestare cordialmente”.

mtqueen_slide-bc1296f4dd2baf4ce3795f218d794752e23801dc-s6-c10

Con il passare degli anni la sua figura pubblica si è notevolmente ammorbidita: pur rimanendo riservata e regale, è stata vista sorridere e ridere in più occasioni rispetto al passato oltre a manifestare profonda commozione in occasione della messa in memoria degli attentati dell’11 settembre e durante l’anniversario dei 60 anni dal D-Day, lo sbarco degli Alleati in Normandia.

Madre notoriamente poco affettuosa, si è dimostrata molto legata ai bisnipoti, George e Charlotte, figli del principe William e di Kate Middleton.

100042970-c92ee64f-2cf0-447b-a251-b063890c7bc1

La voce di una sua possibile abdicazione è stata più volte messa in circolazione e sempre smentita con forza dalla regina che ha ancora voglia e forza per interessarsi agli affari del suo regno, con buona pace dell’erede al trono il principe Carlo. Elisabetta non si è ancora stancata di mostrarsi in giro con i suoi completi coloratissimi e i cappellini tanto fantasiosi.

A tal proposito una curiosità in fatto di abbigliamento: la scelta di abiti dai colori così accesi utilizzati in pubblico, deriva dalla volontà che la regina sia ben visibile a tutti i propri sudditi indipendentemente dalla distanza cui si trovano. E gli inglesi sperano di poter ammirare la loro amata regina per ancora molti anni. God save the Queen!

Roberto Rendina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...