Lo Zar e il Sultano

Lunedì 19 si è consumato l’ennesimo omicidio a sfondo politico. L’ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è stato ucciso in un attentato. Colpito a morte da numerosi proiettili, il diplomatico stava tenendo un discorso alla Galleria di Arte contemporanea, per la mostra fotografica ‘la Russia vista dai turchi’.

L’omicida era un membro dell’accademia di polizia Rustu Unsal di Smirne. Si chiamava Mevlut Mert Altintas, aveva 22 anni e faceva parte delle unità anti-sommossa di Ankara. Durante la sua giovane carriera, aveva prestato servizio per la scorta del presidente Erdogan nel 2014 e nel 2015.

Un video che ha fatto il giro del mondo mostra il momento dell’attacco. L’agente, vestito in abito scuro e cravatta, grida apertamente: “Allahu Akbar, non dimenticatevi di Aleppo, non dimenticatevi della Siria.”5760429ac46188130f8b4568

Qualche ora dopo, Il presidente russo Putin ha ricevuto la telefonata del presidente turco Erdogan, alla quale sono seguite diverse consultazioni con il ministro degli Esteri Lavrov e con i servizi di sicurezza. Il Cremlino definisce l’omicidio di Karlov “un atto terroristico” e sottolinea che l’intero problema sarà discusso lunedì prossimo al Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Ripercussioni politiche e sociali:

Stando agli opinionisti di numerose testate internazionali, l’uccisione di Karlov non dovrebbe creare ostacoli nel processo di riavvicinamento diplomatico tra Russia e Turchia.

Circa un anno fa, i rapporti tra i due governi precipitarono a causa dell’abbattimento di un aereo militare russo al confine turco-siriano. Le relazioni diplomatiche rischiarono di giungere ad un punto di non ritorno, considerando anche i due opposti fronti nella guerra in Siria: i russi alleati del regime siriano e i turchi sostenitori di alcuni gruppi ribelli anti-Assad.

Fortunatamente, la situazione sembra essere cambiata quando i presidenti  Putin e Erdoğan hanno intrapreso un processo di reciproca distensione geopolitica. Entrambi, infatti, hanno leggermente modificato le proprie politiche in Siria, accordando reciproche concessioni.

Dall’estate 2016 la Turchia ha ammorbidito le sue posizioni anti-Assad e ha impedito ai curdi di estendere i territori sotto il loro controllo. Inoltre, nella sorpresa generale, Erdoğan non si è opposto alla partecipazione russa nelle operazioni militari di Assad per la riconquista di Aleppo.2015-11-07t132132z_1090872938_gf20000049580_rtrmadp_3_mideast-crisis-syria.jpg

Contemporaneamente, sembra che la Russia abbia appoggiato, o almeno, non ostacolato, le azioni turche contro i curdi.

C’è da aggiungere, inoltre, l’importante rilevanza mediatica di quella che viene definita come ‘’isteria russa’’. Diversi politici e giornali hanno dato la colpa dell’attacco alla presunta isteria provocata dalla stampa occidentale per la situazione di Aleppo, dove la Russia e il regime di Assad sono accusati di avere compiuto crimini contro l’umanità.

Intanto l’odio si diffonde veloce. In rete festeggiano gruppi pro al-Qaeda. Diffondono le immagini dell’assassinio. L’attentatore è definito “un eroe che non è stato a guardare mentre i musulmani di Aleppo e del Levante vengono massacrati”.Da giorni, in Turchia, si susseguono manifestazioni contro Mosca per la città siriana ripresa quasi completamente dalle forze governative grazie al decisivo appoggio militare russo.

Le proteste di massa ad Ankara e Istanbul sono contro le rappresentanze diplomatiche di Russia e Iran, accusati dai manifestanti di essere responsabili anche della mancata evacuazione di civili nei giorni scorsi da Aleppo est.

Matteo Scalabrino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...